Home / ViviBariano / Iniziative / Fogne e sgrigliatore: problemi da risolvere

Fogne e sgrigliatore: problemi da risolvere

Il problema lo seguivamo da tempo. Poi ci sono arrivate alcune segnalazioni. Così abbiamo deciso di capirci di più e, nel mese di agosto, siamo andati allo sgrigliatore che si trova nella parte sud del paese.


Ma cos’è questo “benedetto” sgrigliatore e, soprattutto, a cosa serve?
La rete fognaria di Bariano è costituita da tre condutture principali: una che attraversa il centro del paese, le altre due che percorrono rispettivamente la parte est e quella ovest.
Nella zona sud del paese, le tre condotte fognarie confluiscono tutte allo sgrigliatore che, a sua volta, le convoglia verso il depuratore consortile di Mozzanica.
Lo sgrigliatore è anche collegato ad un fosso, che finisce poi nel fiume Serio, il quale serve a smaltire l’acqua in eccesso che proviene dalla rete fognaria.
Quando, ad esempio, ci sono piogge abbondanti, lo sgrigliatore non pompa tutta l’acqua delle fogne verso il depuratore, ma quella in eccesso viene smaltita attraverso il fosso fino al Serio. Quando invece non ci sono piogge abbondanti o torrenziali, l’acqua delle fogne viene tutta pompata verso il depuratore consortile .
Uno sgrigliatore dovrebbe funzionare correttamente in questo modo.
Il nostro non lo fa.
Lo abbiamo visitato più volte, l’ultima era verso fine agosto quando ancora il periodo di siccità non era terminato. Anzi.
In un periodo come quello, tutta l’acqua della rete fognaria avrebbe dovuto essere convogliata verso il depuratore. Invece, abbiamo constatato (e lo potete vedere nel filmato) che molta acqua defluiva ancora dello sgrigliatore al fosso di smaltimento
Il fosso, inoltre, era stato pulito solo qualche settimana prima e, pertanto, avrebbe dovuto essere secco e pulito. Invece l’acqua che lo percorreva era ancora parecchio sporca e maleodorante ed erano evidenti le rive imbrattate da plastica materiale vario.
Diciamo subito che la società che gestisce le reti idriche a Bariano, sia quella relativa alla distribuzione dell’acqua potabile, sia quella della fognatura, è Cogeide, ed è la Società che deve affrontare e risolvere il problema.
Noi abbiamo voluto approfondirlo per capire quale poteva essere la causa e, soprattutto, per individuare le possibili soluzioni.

Questa è la situazione.

Mentre le condotte fognarie del centro paese e dalla zona est non versa nello sgrigliatore una quantità d’acqua oltre la media, la condotta a ovest del paese porta invece moltissima acqua. Questo fatto è dovuto alle numerose infiltrazioni di acqua”bianca” in quelle raccolte dalla fogna: ci sono cioè parecchi fossi che versano la loro acque direttamente dentro le condotte fognarie e questo provoca lo sversamento del tutto nel fosso di smaltimento non soltanto nei casi eccezionali previsti, ma con regolare continuità.
Cogeide e già intervenuta a sistemare qualche situazione, chiudendo l’accesso di alcuni fossi nella rete fognaria, ma non basta: tutte le infiltrazioni andrebbero individuate e sistemate per consentire il buon funzionamento dello sgrigliatore ed evitare il più possibile l’inquinamento del fosso di smaltimento, delle zone circostanti e del Serio. Ma i tempi di ricerca delle infiltrazioni di Cogeide sono piuttosto lunghi per la scarsità delle persone che vi si possono dedicare con una certa continuità; ed è qui che, secondo noi, servirebbe un intervento dell’Amministrazione, nel preparare in tempi molto più brevi una mappa delle infiltrazioni che poi Cogeide potrebbe sistemare.
Il problema esiste: secondo noi andrebbe affrontato in questo modo e tenendo conto di almeno tre argomentazioni:

  • C’è un oggettivo problema di inquinamento che l’Amministrazione comunale dovrebbe affrontare. La roggia e la zona circostante sono interessate da miasmi e sporcizia; l’acqua del fosso finisce nel Serio sperando che non venga usata anche per l’irrigazione. Il problema riguarda il territorio di Bariano e questo giustifica il fatto che il Comune se ne faccia carico oltre alle specifiche competenze.
  • L’intervento non avrebbe ripercussioni sulle casse comunali perché non costerebbe nulla e produrrebbe un risparmio per l’intera collettività.
  • L’acqua che mandiamo alla depurazione, ci costa, ed è inutile pagare, oltre a quella della rete fognaria, anche quella dei fossi adibiti all’irrigazione. Risolvendo il problema, si potrebbero quindi risparmiare dei costi che ora sono a carico dell’intera popolazione.

Su Luigi

Controlla anche

Il bilancio consuntivo del 2017

Il Consiglio comunale del 20 aprile 2018, ha approvato il bilancio consuntivo del 2017. Ne …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.