Home / ViviBariano / Iniziative / Proposte per migliorare la raccolta rifiuti

Proposte per migliorare la raccolta rifiuti

Dopo la nostra piccola analisi sulla raccolta rifiuti a Bariano (qui trovate il post), alcune proposte per migliorare il servizio.

P

er legge, lo scopo della tassa sui rifiuti è quello di recuperare tutti i costi sostenuti per il servizio di smaltimento e raccolta. Più i costi saranno ridotti, meno pagheremo i rifiuti che produciamo. Per ridurre i costi secondo noi è necessario incrementare i controlli sulla raccolta, rendere la raccolta stessa più efficiente, e intraprendere delle azioni positive sulla raccolta differenziata.
Tutto questo è possibile? Noi crediamo di sì.
A sostegno della tesi che a Bariano la raccolta possa essere migliorata, abbiamo alcune foto a disposizione che potete visionare sotto.

[vc_row][vc_column][vc_gallery type=”nivo” interval=”3″ images=”123552,123553,123554,123555,123556,123557″ img_size=”medium” css_animation=”bounceIn”][/vc_column][/vc_row]

In piazzola, abbiamo visto vegetali buttati negli ingombranti; dopo il mercato, il cassone degli ingombranti conteneva legno e cartone; ci sono cassoni di eternit negli inerti; rifiuti da attività, che dovrebbero essere smaltiti dalle imprese interessate, riempivano la piazzola. Abbiamo fotografie, che non pubblichiamo, di furgoni che scaricano materiale di risulta che andrebbe smaltito in altro modo.

1. Il controllo nella piazzola ecologica andrebbe decisamente incrementato anche, magari, prevedendo due persone nel giorno di sabato.

2. Il controllo del flusso di persone e di materiali, che una volta avveniva attraverso la sbarra all’entrata e la carta magnetica per il riconoscimento, oggi non funziona. La sbarra viene aperta e chiusa dall’incaricato negli orari prestabiliti, ma le carte magnetiche ormai sono inservibili. Questo provoca una carenza nel controllo, che può essere fatto esclusivamente dall’incaricato della piazzola. Tante questa situazione, parecchie persone ci hanno segnalato la presenza in discarica di gente che non abita a Bariano e che smaltisce rifiuti che non sono del paese, o di imprese che utilizzano dei singoli per portare in discarica i loro rifiuti. Non sappiamo quali costi comporterebbe il ripristino delle carte magnetiche, ma certo una riflessione in tal senso andrebbe fatta. In ogni caso il controllo dovrebbe essere più serrato.

3. Nella raccolta dell’indifferenziata che viene fatta il lunedì, abbiamo notato il persistere dell’utilizzo di sacchi non trasparenti che non potrebbero essere usati. Ma anche in alcuni sacchi trasparenti abbiamo notato dei rifiuti che sarebbero riciclabili. Andrebbero quindi vietati i sacchi non trasparenti e intensificato il controllo su quelli trasparenti che non contengono solo rifiuti indifferenziati, ma anche riciclabili.

Ci sono poi alcune proposte che abbiamo fatto in Consiglio comunale verso la metà del 2015, in occasione della discussione sulle tariffe della Tari e che abbiamo ripetuto nel corso del 2016 (qui trovate i relativi link: Tari 2016 Tari 2015.

4. Si può incrementare la raccolta differenziata e portare l’attuale 0.690 kg a persona per giorno ai livelli che abbiamo avuto nel passato (0,766 kg nel 2008).

5. Per poter suddividere in modo più corretto i costi del servizio, quindi per avere tariffe più reali, bisognerebbe definire meglio l’incidenza dei costi del servizio sulle Utenze domestiche e su quelle non domestiche. Oggi, come da sempre, l’incidenza è calcolata in modo presunto che potrebbe anche non corrispondere alla realtà dei fatti. Noi abbiamo proposto di calcolare meglio l’immondizia prodotta dalle utenze non domestiche (solo perché sono di meno rispetto a quelle domestiche e quindi è più semplice la misurazione) con l’introduzione, per un congruo periodo di tempo, di sacchi con colore diverso che possano essere stimati e/o pesati così da determinare con più esattezza le due incidenze sui costi del servizio.

6. Abbiamo proposto di aumentare l’uso del compostaggio, che riduce i costi della raccolta, incentivandolo attraverso la riduzione della tari per chi lo utilizza (dopo il relativo corso).

7. Si può migliorare la raccolta dei rifiuti urbani pericolosi. Dai dati sembrerebbe che Bariano ne produca meno della media della bergamasca, ma la raccolta dei contenitori T e F (superiore alla media della provincia) ci può far supporre che non sia così.

8. Si può migliorare nei rifiuti compresi nelle “altre raccolte” . In particolare sui rifiuti elettronici e sugli stracci e indumenti dismessi. Su questi, ad esempio, predisponendo un contenitore apposito anche in piazzola, oltre a quelli già esistenti in paese, da gestire con una apposita convenzione con qualche Onlus (Caritas o altre).

Molti di questi interventi, però, è possibile implementarli solo attraverso la ripresa di un percorso di informazione e coinvolgimento di tutta la popolazione del paese.
Migliorare la raccolta differenziata in generale o su alcuni rifiuti particolari, riprendere il compostaggio, educare a una migliore raccolta dell’indifferenziata (quanto si deve riciclare e quanto si può riciclare in più oggi) o al migliore utilizzo della piazzola, sono operazioni possibili solo attraverso una maggiore informazione.
Un opuscolo o qualche incontro pubblico, in questo senso ci potrebbero stare.
In fondo lo faremmo per la nostra salute e, può essere, anche per il nostro portafoglio.

Controlla anche

Il Palazzo al festival: mancavano i Barianesi.

Il 21 ottobre 2016 abbiamo pubblicato un post dal titolo “Il Palazzo al festival” (che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.